lunedì 5 giugno 2017

Sciopero mercoledi 7 giugno


Nell'ultimo P.O. il responsabile del personale ha dichiarato che in giugno l'azienda:
- Chiamerà lavoratori allo straordinario su alcune linee della 2R

- Fara' fermate produttive in 3R, usando i PAR a spese dei lavoratori.

Senza tanti giri di parole, ha poi ammesso la discriminazione nei confronti di alcuni CT, non richiamati nonostante la loro anzianità lavorativa e la loro precedenza contrattuale, perché considerati troppo vecchi e quindi evidentemente inidonei ad essere sfruttati a dovere sulle catene di montaggio.

Siamo all'ennesima provocazione e la conferma dell'arbitrio e dell'arroganza dell'azienda nella gestione dell'orario di lavoro, del nostro tempo e dei nostri diritti di lavoratori.

Tutto questo in un contesto in cui:

- I P.T.V. dopo 15 anni, non sono ancora stati stabilizzati

- Da 5 anni non ci viene pagato il premio mentre gli azionisti fanno festa

- Il nostro carico di lavoro aumenta costantemente (insieme alle malattie professionali) nei periodi produttivi e contemporaneamente perdiamo forti somme di salario per le lunghe fermate in CIG e in solidarietà.

Per queste ragioni la RSU FIOM riunita ha deciso di proclamare uno sciopero di stabilimento mercoledì 7 dalle ore 9.00 con assemblea (concentramento davanti la 2R) per:

- Fare il punto della situazione, discutere e fare chiarezza su quali devono essere i punti principali da rivendicare in una piattaforma per il contratto aziendale.

Viene dichiarato inoltre lo sciopero dello straordinario in tutti i reparti a partire da sabato 10/6


RSU FIOM
Posta un commento

Commenti

Si comunica che il Manifestino non pubblica ne' insulti ne' affermazioni non motivate .Se vuoi scrivere degli argomenti e sei disposto a discuterli, invia un testo, anche breve ma argomentato, e lo pubblicheremo.Grazie

Iscriviti alla newsletter

Google+ Followers

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.
Le immagini e l'articoli sono reperite nel Web, quindi valutate di pubblico dominio. Se gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo al creatore che provvederà prontamente alla rimozione del materiale utilizzato.