domenica 15 maggio 2016

Usciamo dalla Cgil e andiamo avanti

Usciamo dalla Cgil e andiamo avanti La Cgil chiude l’opposizione

Serve una nuova esperienza 

L’istituita “incompatibilità” contro i delegati Fca che lottano e la destituzione del portavoce dell’area il sindacato è un’altra cosa, sono atti di una gravità assoluta che ben rappresentano la scelta di fondo del gruppo dirigente Cgil di chiudere ogni spazio ad un’opposizione interna che non si limiti al dissenso negli organismi ma pratichi l’antagonismo sociale, la costruzione del conflitto con tutti coloro che vogliono lottare. La normalizzazione dei gruppi dirigenti, degli apparati e l’attacco all’autonomia della rappresentanza nei luoghi di lavoro sono l’altra faccia della medaglia di una organizzazione che ha accolto ed esteso il modello Marchionne e si è arresa al Jobs Act puntando tutto sull’unita’ a prescindere con Cisl e UIL. Democrazia interna e pluralismo sono le vittime sacrificali della definitiva cislizzazione della Cgil. Per queste ragioni riteniamo esaurita la battaglia interna alla Cgil e crediamo sia utile avviare insieme a tanti altri la discussione su una nuova esperienza sindacale. 

Sergio Bellavita portavoce area Il Sindacato e’ un’altra cosa-opposizione Cgil Maria Pia Zanni Direttivo nazionale Cgil-direttivo nazionale Fp-Cgil Stefania Fantauzzi Assemblea generale Cgil nazionale- delegata RSA Fca Termoli 

Per adesioni sbellavi@gmail.com

Posta un commento

Commenti

Si comunica che il Manifestino non pubblica ne' insulti ne' affermazioni non motivate .Se vuoi scrivere degli argomenti e sei disposto a discuterli, invia un testo, anche breve ma argomentato, e lo pubblicheremo.Grazie

Iscriviti alla newsletter

Google+ Followers

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.
Le immagini e l'articoli sono reperite nel Web, quindi valutate di pubblico dominio. Se gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo al creatore che provvederà prontamente alla rimozione del materiale utilizzato.