domenica 17 luglio 2016

Ferrovie. Un grande rammarico: aver denunciato la realtà ma non essere riusciti a evitarla…

Riprendiamo da FB una riflessione di Riccardo Antonini. A breve un suo comunicato più approfondito

Puglia: 27 Vittime e 50 feriti. Da Viareggio un solo pensiero: Sicurezza e Giustizia! La Verità oramai è accertata.
 
Per il 7° anniversario, 29 giugno 2016, siamo stati in 10mila per le strade cittadine.
Quella di Andria è l’ennesima strage annunciata, prevedibile, prevista … altra strage, oggi impossibile da evitare.
Impedirla vuol dire: NON subordinare la vita, la salute, la sicurezza a logiche di profitto, di mercato, di competitività e produttività. La vita, bene ineludibile, inviolabile ed irrinunciabile, sta al posto di comando: prima di ogni altra logica.
La privatizzazione, la liberalizzazione, la deregolamentazione, i tagli di personale ed alla manutenzione sono la madre di queste immani tragedie. La resistenza dei senza potere è necessariamente possibile al fine di ostacolare e contrastare la forza dei poteri forti. Solo modificando gli attuali rapporti di forza possiamo pensare di evitare simili stragi.
Il resto rischia di essere esercizio di pura ed ipocrita retorica.
NO alla prescrizione per Viareggio!
Sicurezza e giustizia per Viareggio!
Postscriptum. I licenziati delle ferrovie hanno un grande rammarico: aver denunciato la cruda realtà, non essere riusciti ad evitarla …


Posta un commento

Commenti

Si comunica che il Manifestino non pubblica ne' insulti ne' affermazioni non motivate .Se vuoi scrivere degli argomenti e sei disposto a discuterli, invia un testo, anche breve ma argomentato, e lo pubblicheremo.Grazie

Iscriviti alla newsletter

Google+ Followers

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.
Le immagini e l'articoli sono reperite nel Web, quindi valutate di pubblico dominio. Se gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo al creatore che provvederà prontamente alla rimozione del materiale utilizzato.