giovedì 26 giugno 2014

Marcegaglia, ancora un infortunio sul lavoro a Ravenna: grave un trentenne

Mirco Rota, coordinatore nazionale Fiom stabilimenti Marcegaglia: “La magistratura accerti le responsabilità e l'Asl intervenga per verificare se esistono standard minimi sicurezza. Si può parlare ormai di strage sul lavoro?

Dopo l'infortunio dell'operaio trentenne che lavorava nel reparto di Zincatura dello stabilimento di via Baiona a Ravenna ed è stato ricoverato in gravi condizioni all'ospedale di Cesena, interviene il coordinatore nazionale Fiom degli stabilimenti Marcegaglia, Mirco Rota.
"A distanza di due mesi, in uno stabilimento tra i più importanti del gruppo, sostiene Mirco Rota, ci si ritrova purtroppo a parlare di infortuni sul lavoro. Ciò significa che le cose di cui parliamo da mesi, sfortunatamente, hanno un riscontro veritiero. Se a distanza di due mesi infatti, si verifica un altro infortunio sul lavoro, dopo l'incidente mortale occorso in aprile, significa che i livelli di sicurezza e prevenzione del rischio nello stabilimento sono inadeguati ed è ovvio che la Marcegaglia Spa ha assolute responsabilità, alla luce di quanto successo".
"Anche se bisogna accertare la dinamica dell'evento, continua Rota, attendiamo che da parte delle autorità competenti e dell'Asl ci sia un intervento, non solo di verifica di quanto accaduto, ma anche di controllo delle condizioni in cui si svolgono le attività lavorative all'interno dello stabilimento, perché i fatti stanno assumendo dimensioni inquietanti e si potrebbe a questo punto, parlare di strage sul lavoro".

"Per questo motivo, conclude Rota - chiediamo all'Asl e agli organi competenti di appurare se vi siano all'interno dello stabilimento le possibilità di lavorare in sicurezza o se esistano mancanze da parte dell'azienda. Infine, vale la pena ricordare che questa azienda, che parla tanto di responsabilità sociale, scarica le conseguenze della sua politica sugli appalti, volta a minimizzare i costi, abbassando gli standard di sicurezza, sui lavoratori. E ciò non è più minimamente tollerabile".

Posta un commento

Commenti

Si comunica che il Manifestino non pubblica ne' insulti ne' affermazioni non motivate .Se vuoi scrivere degli argomenti e sei disposto a discuterli, invia un testo, anche breve ma argomentato, e lo pubblicheremo.Grazie

Iscriviti alla newsletter

Google+ Followers

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.
Le immagini e l'articoli sono reperite nel Web, quindi valutate di pubblico dominio. Se gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo al creatore che provvederà prontamente alla rimozione del materiale utilizzato.