venerdì 16 giugno 2017

Sciopero 2 ore a fine turno!


In continuità con i problemi emersi nell’assemblea con sciopero della scorsa settimana


sciopero 

contro le forzature dell’azienda che:
 
-in 3r mette tutti i lavoratori a casa il venerdì con i loro permessi;

-in 2r invece vorrebbe il lavoro anche di sabato, mentre tra qualche settimana si farà firmare l’ennesima solidarietà , così anche in questa situazione ci sarà chi lavorerà sempre e chi mai,

tutto questo senza neanche un piano chiaro e un accordo, ma confidando semplicemente nella rassicurante complicità della maggioranza della RSU che ha ormai accettato passivamente che in Piaggio si sia passati da un lavoro ad un lavoro a chiamata!
Inoltre i lavoratori di molti reparti continuano a lavorare senza nessun sistema di raffrescamento.


sciopero


- per sospendere le fermate produttive in 3r, diminuendo il numero di veicoli e spalmarli nell’intera settimana, mentre alcuni lavoratori potrebbero essere spostati in 2r dove c’è più lavoro;

- per interrompere il ricorso al lavoro straordinario;

- per il riconoscimento da subito nei reparti non climatizzati di pause aggiuntive.

mentre rimane un obiettivo generale di tutti i lavoratori scrivere nella piattaforma dell’integrativo le rivendicazioni più generali, dal salario ai tempi di lavoro, dai PTV alla climatizzazione, dalla regolamentazione dei permessi e ferie alla rotazione in CIG.


Venerdì 16/06/17 di 2 ore a fine turno
per i PTO 1 ora a fine turno 

RSU FIOM
Posta un commento

Commenti

Si comunica che il Manifestino non pubblica ne' insulti ne' affermazioni non motivate .Se vuoi scrivere degli argomenti e sei disposto a discuterli, invia un testo, anche breve ma argomentato, e lo pubblicheremo.Grazie

Iscriviti alla newsletter

Google+ Followers

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.
Le immagini e l'articoli sono reperite nel Web, quindi valutate di pubblico dominio. Se gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo al creatore che provvederà prontamente alla rimozione del materiale utilizzato.