domenica 15 marzo 2015

Melfi. Insieme ai tanti che hanno scioperato

Sabato eravamo davanti ai cancelli della Sata di Melfi per denunciare le condizioni di lavoro che l’accordo sul quasi ciclo continuo firmato dai sindacati complici imporrà a quei lavoratori e a quelle lavoratrici. Condizioni già durissime grazie ai ritmi e ai carichi del sistema ERGO UAS. Eravamo a Melfi anche per dare la nostra solidarietà e vicinanza a tutti e a tutte coloro che hanno scioperato, e sono stati davvero in tantissimi a non presentarsi al lavoro questo sabato. Bisogna lavorare per vivere e non viceversa. Da oggi domenica 15 nello stabilimento si lavorerà sette giorni su sette per fare auto. La storia ci insegna purtroppo che molto spesso dopo essere stati spremuti per bene i lavoratori vengono gettati via. Anche grazie alla complicità della politica e di tanta parte del sindacato che ormai ha come solo orizzonte firmare accordi e sedere ai tavoli. Per noi fare sindacato significa tentare di rispondere ai bisogni sociali. Significa lottare con e insieme ai lavoratori. Insieme a loro vincere o perdere. Per questo eravamo ai cancelli della Sata di Melfi, per questo ci torneremo. 

Posta un commento

Commenti

Si comunica che il Manifestino non pubblica ne' insulti ne' affermazioni non motivate .Se vuoi scrivere degli argomenti e sei disposto a discuterli, invia un testo, anche breve ma argomentato, e lo pubblicheremo.Grazie

Iscriviti alla newsletter

Google+ Followers

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.
Le immagini e l'articoli sono reperite nel Web, quindi valutate di pubblico dominio. Se gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo al creatore che provvederà prontamente alla rimozione del materiale utilizzato.